Federazione Coldiretti Umbria

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

Sviluppo di nuove tecniche di produzione per il miglioramento della shelf-life dei vini umbri


Il progetto si propone di dare un significativo contributo al generale incremento della qualità della produzione vitivinicola della Regione Umbria; ciò attraverso un lavoro che intende migliorare la conservazione, nel tempo e fino al consumo finale, delle originarie caratteristiche qualitative di un vino.
Più nel dettaglio, l’idea posta alla base del progetto d’innovazione “WISHELI” ha come obiettivo ultimo quello mettere a disposizione degli Operatori della filiera enologica Umbra conoscenze e strumenti funzionali a:
1. Una preventiva consapevolezza circa la lunghezza del lasso di tempo che ha termine con l’atto del consumo finale, entro il quale il Vino imbottigliato sia in grado di garantire l’integrità del proprio, originario profilo organolettico.
2. Elaborare protocolli operativi di cantina e di vigneto in grado di indicare le potenziali accortezze da mettere in atto al fine di minimizzare l’impatto negativo che, anche qui dall’immissione in commercio e fino al bicchiere del consumatore, temperatura, luce ed eventuali altri fattori esterni certamente esercitano sul decadimento qualitativo dei Vini.
Per raggiungere questo obiettivo il lavoro del Gruppo Operativo seguirà queste diverse fasi:
•Definizione di una “base line” per i vini umbri a bacca bianca (monitoraggio organolettico, chimico e spettrale): da diverse annate e derivanti da vinificazioni sperimentali e di cantina con protocolli diversificati.
•Rilevazione dei mutamenti registrati nel tempo di questa “base line”.
•Sottoposizione dei vini a cicli accelerati di stress indotto al fine di replicare, in tempri ridotti, gli effetti che nel vino confezionato sono riconducibili agli impatti esercitati da temperatura, luce, ecc. (attraverso l’utilizzo di speciali camere climatiche).
•Rivelazione dei mutamenti registrati nei vini sottoposti a stress.
•Messa a punto, in tempi brevi di un test predittivo della shelf-life del vino, sulla base delle correlazioni più significative rilevate.
•Messa a punto, sulla base dell’elaborazione dei dati spettrali in rapporto a quelli chimici, di una modellistica di prototipizzazione di shelf life, via sensoristica e Internet of Things (IoT).
Per lo sviluppo dei temi e la soluzione dei problemi proposti dal progetto “WISHELI” saranno chiamati in causa i Soggetti:
FALESCO Azienda Agricola, Partner del Gruppo Operativo, Capofila. L’azienda sarà chiamata ad operare per individuare le parcelle dei propri vigneti sui quali effettuare campionamenti e dai quali vendemmiare le uve destinate alle prove di vinificazione sperimentale. A questo si aggiungono anche l’attuazione di tesi specifiche di vinificazione, la fornitura dei vini confezionati per i test di stress indotto e le attività di profilatura organolettica dei vini.
MONRUBIO Cantina Cooperativa Agricola, Partner del Gruppo Operativo. Anche Monrubio sarà chiamata ad individuare, in questo caso fra i vigneti dei propri Soci, appezzamenti sui quali effettuare campionamenti di uve e dai quali vendemmiare e recapitare presso la Cantina didattica di proprietà di CRESVI le quantità di uve destinate alle prove di vinificazione sperimentale.
TERRE DE LA CUSTODIA Azienda Agricola, Partner del Gruppo Operativo. Come per gli altri Partner Aziende Agricole, pure Terre de la Custodia sarà chiamata ad individuare sui propri vigneti appezzamenti sui quali effettuare campionamenti di uve e dai quali vendemmiare e recapitare presso la Cantina didattica di proprietà di CRESVI
CASTELLO DELLE REGINE Azienda Agricola, Partner del Gruppo Operativo, con ruolo e mansioni esattamente corrispondenti a quelle già descritte a proposito di Terre de la Custodia
IMPRESA VERDE UMBRIA srl Società di servizi per l’agricoltura Partner del Gruppo Operativo. Svolgerà l’attività di coordinamento delle molteplici fasi operative.
ISVEA srl Società di servizi per la filiera vitivinicola, Partner del Gruppo Operativo con il ruolo di Soggetto incaricato di dare attuazione alla maggior parte dei processi analitici secondo tecniche differenziate, in molti casi necessitanti di strumentazioni sofisticate da gestire da parte di Tecnici specializzati.
UNIVERSITÀ DELLA TUSCIA con il ruolo di Organismo di Ricerca deputato a tutte le indagini di tipo spettrale da sviluppare secondo i principi della transflettanza nell’infrarosso a mezzo sonda ottica per liquidi (NIR-AOTF).