Federazione Coldiretti Umbria

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

23/03/2019 - N.18

COLDIRETTI: IL VILLAGGIO DI CAMPAGNA AMICA AD AGRIUMBRIA

Un vero e proprio “Villaggio di Campagna Amica” animerà anche quest’anno la rassegna di Agriumbria. Saranno una ventina le aziende agricole del territorio che proporranno, di fronte al Padiglione 7 negli ormai caratteristici “gazebo gialli” dei mercati della Coldiretti, il meglio del Made in Umbria agroalimentare. Formaggi, olio extravergine di oliva, vino, salumi e norcinerie, legumi, marmellate, miele, prodotti da forno: queste alcune delle produzioni agricole che i visitatori potranno acquistare direttamente dagli agricoltori. L’Italia ha conquistato in pochi anni - afferma Albano Agabiti presidente Coldiretti Umbria - la leadership mondiale nei mercati contadini davanti agli Usa e Francia con la più vasta rete di vendita diretta degli agricoltori organizzata con proprio marchio del mondo grazie alla Fondazione Campagna Amica. Acquistare prodotti a chilometri zero - aggiunge Agabiti - è un segnale di attenzione al proprio territorio, alla tutela dell’ambiente e del paesaggio che ci circonda, ma anche un sostegno all’economia e all’occupazione locale, con i mercati contadini che sono diventati non solo luogo di consumo, ma anche momenti di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà. Nel corso della tre giorni di Bastia Umbra - aggiunge Diego Furia direttore Coldiretti Umbria - sarà attivo all’interno del Padiglione 7, anche uno stand istituzionale Coldiretti, dove i visitatori avranno la possibilità di approfondire i temi più significativi per il mondo agricolo. In particolare lo stand sarà animato dai ragazzi di Coldiretti Giovani Impresa e dalle imprenditrici di Donne Impresa, che proseguiranno, tra l’altro, a sostenere l’iniziativa europea “EatORIGINal - Unmask your food” (Mangia originale, smaschera il tuo cibo), che si pone l’obiettivo di estendere l’obbligo dell’etichetta d’origine su tutti gli alimenti, per prevenire le frodi, proteggere la salute pubblica e garantire il diritto dei consumatori all’informazione.