Federazione Coldiretti Umbria

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

28/11/2006 - N.43

“LE FATTORIE DEL SOLE UMBRIA”

Promuovere la produzione e l’impiego delle fonti rinnovabili di energia, l’efficienza energetica e la tutela dell’ambiente: queste alcune delle finalità principali perseguite dalle “Fattorie del Sole Umbria”, l’Associazione Regionale Umbra per le fonti rinnovabili di energia, appena costituita da Coldiretti Umbria.
La nuova Associazione - spiega Coldiretti - nell’ottica di favorire la diffusione delle energie rinnovabili, intende porsi come referente tra mondo della ricerca, istituzioni e imprese, anche sotto il profilo della contrattazione, dell’assistenza e consulenza tecnica, accelerando i percorsi imprenditoriali riguardo le produzioni no food.
La costituzione delle “Fattorie del Sole Umbria” - afferma Coldiretti - rientra in un ampio progetto intrapreso ormai da diversi anni, con gruppi di lavoro tecnico-scientifici che hanno portato già all’avanzato sviluppo di alcuni progetti: per la produzione di energia elettrica da impianti con biomasse provenienti dall’agricoltura locale, nella provincia di Perugia, nonché ad innovative collaborazioni tra mondo agricolo e industriale, nella provincia di Terni.
Tutto questo - precisa Coldiretti - puntando sulla costituzione di vere filiere agroenergetiche, in cui le imprese agricole dovranno svolgere un ruolo da protagoniste principali, capaci di acquisire redditività in tutta la filiera, dalla produzione alla vendita di energia a soggetti esterni.
Tra l’altro proprio in sede di discussione del nuovo Piano di Sviluppo Rurale dell’Umbria, Coldiretti ha posto con decisione il “filone energetico”, tra le priorità assolute della prossima programmazione 2007-2013.
L’energia pulita e in particolare quella proveniente dall’agricoltura infatti - ricorda Coldiretti - rappresenta una sfida che può aprire strade innovative per le opportunità economiche delle imprese e per la tutela dell’ambiente. Essa produce molti vantaggi immediati: riduce la dipendenza dai combustibili importati e non fa aumentare i gas serra, con effetti benefici per l’ambiente e per i cittadini, rispettando i parametri posti dal Protocollo di Kyoto, su cui il nostro Paese è in pesante ritardo. Inoltre - conclude Coldiretti - le energie rinnovabili, possono rivelarsi un’efficace alternativa produttiva per le aree marginali e rafforzare un modello di sviluppo sostenibile del nostro territorio, che favorisca la crescita di un’agricoltura multifunzionale e con nuovi sbocchi di mercato e quella di un’impresa agricola in grado di assicurare anche servizi a favore della collettività.